SVILUPPO & ATTIVITA'
Il progetto, che unisce Sicurezza, Intermodalità e Competitività, vuole migliorare la competitività del sistema dei trasporti Italia – Corsica tramite la promozione dell’intermodalità e della sicurezza dei sistemi portuali, garantendo il più elevato livello di safety e security in ambito portuale.
Per raggiungere gli obiettivi prefissati sarà creato un sistema informatico in rete tra i porti di
Piombino, Livorno e Bastia : il sistema monitorerà l’intermodalità dei passeggeri e garantirà un’informazione in tempo reale di partenze/arrivi di trasporti collettivi con monitor e display alle biglietterie, sulle banchine degli sbarchi e sulle navi.
In particolare le attività previste dal progetto sono le seguenti :
1. Analisi dei contesti territoriali, organizzativi e normativi delle aree coinvolte nel progetto e materiali disponibili sulla sicurezza
2. Progettazione congiunta di un sistema informatico e degli adeguamenti logistici necessari nelle aree portuali coinvolte per monitorare il flusso passeggeri in entrata/uscita dalle navi (rilevatori di flusso uscita stazioni marittime, stazioni autobus; tornelli in entrata e uscita navi ecc)
3. Realizzazione di un sistema informatico 3d, sviluppato in Visual basic .net 2.0 e C++., sul tipo di quello già sperimentato dall’Autorità portuale di Piombino e dell’Isola d’Elba
4. Attività di aggiornamento del personale preposto all’utilizzo del sistema informatico
5. Attivazione di un processo di sicurezza portuale partecipata tra gli stakeholder interessati, tramite l’impiego di strumenti di partecipazione collaudati nel Participatory Change Program, al fine del miglioramento delle procedure di sicurezza esistenti e loro condivisione nello spazio transfrontaliero
6. Realizzazione di misure di sicurezza per target deboli (donne incinta, bambini sotto i 12 anni, persone a mobilità ridotta)
7. Predisposizione di monitor e display sulle banchine in prossimità degli arrivi/partenze dei passeggeri con le informazioni in tempo reale degli orari dei treni e autobus in partenza ed informazioni sulla sicurezza
8. Sperimentazione del sistema informatico e di sicurezza progettato
9. Organizzazione e formazione di un team permanente di lavoro transfrontaliero con individuazione di un organigramma con identificazione di responsabilità e ruoli
10. Attività di elaborazione e analisi dei dati forniti dal sistema creato per migliorare la programmazione delle attività portuali, dei servizi connessi e dei trasporti multimodali 
11. Monitoraggio e implementazione continua del sistema creato e dei risultati del progetto
12. Attività di diffusione e pubblicizzazione dei risultati del progetto
In particolare questi i compiti divisi tra i partners:
  Autorità Portuale di Piombino
L’Autorità Portuale di Piombino, capofila del progetto, ha il compito di diffondere il proprio know-how in materia di sicurezza portuale tra i partner del progetto, disponendo già di un sistema informatico all’avanguardia, progettato con personale interno all’ente, che, grazie al progetto SIC, verrà implementato relativamente agli aspetti di intermodalità e sicurezza.
Come capofila del progetto ha, inoltre, il compito di coordinare i lavori, di garantire l’avanzamento del progetto e di elaborare rapporti di monitoraggio al fine di verificare il corretto adempimento degli obblighi da parte di ciascun partner.

Autorità Portuale di Livorno e Chambre de Commerce et d’industrie de Bastia et de la Haute-Corse
L’obiettivo principale dei porti di Livorno e Bastia è la realizzazione del sistema informatico con i relativi adeguamenti logistici attraverso la partecipazione all’attività di progettazione dello stesso ed all’attività di condivisione/informazione su security e safety con i partner del progetto (azione pilota di sicurezza partecipata).

Forship S.p.a.
È una delle compagnie di navigazione che collega i due porti italiani a quello di Bastia.
Ha fornito le procedure di sicurezza alle quali si attiene durante le operazioni di imbarco e sbarco e che dovranno essere implementate ed integrate grazie allo sviluppo del progetto.

Ires Toscana, Regione Toscana, Provincia di Livorno
Sono i tre enti che si occupano della gestione dei dati necessari al progetto, attraverso un lavoro che si può scomporre in due fasi: in una prima fase elaborano e forniscono i dati relativi ai traffici merci e passeggeri da e per la Corsica in uno sguardo d’insieme che coinvolga la modalità via strada e quella via ferrovia (tali dati funzioneranno da base per la calibrazione dei capitolati per le gare di appalto); successivamente il loro compito sarà quello di analizzare i dati prodotti dal sistema
(IRES Toscana), di garantire la ricaduta sul territorio dei dati prodotti dal sistema informatico sulla mobilità multimodale dei passeggeri e di coordinamento con il progetto di cooperazione strategico “3i” sulla infomobilità intermodale e interregionale (Regione Toscana), di coordinare e coinvolgere l’Osservatorio provinciale sulla mobilità il quale fornirà sistematicamente i dati al nuovo sistema informatico creato (Provincia di Livorno).
 
   
     
 

Programma cofinanziato con il Fondo Europeo
di Sviluppo Regionale

Programme cofinancé par le Fonds Européen

de Développement Régional